top of page

Natale, riscoprire la Luce che è in noi



Ecco giunto un periodo particolare dell’anno, periodo che ricorda di onorare la propria Luce, la Luce Divina Universale, la Luce dell’Origine, quella parte eterna di ognuno di noi che non si spegnerà mai. In questo momento di Festa, legato alla nascita di Gesù il Cristo, si ha ogni anno la possibilità di mettersi in connessione con la propria parte più sottile, più luminosa ed invisibile.


Oltre 2000 anni fa una grotta accolse e contenne l’Evento tanto atteso, da cui iniziò il calcolo temporale e dove l’umanità incontrò se stessa attraverso Gesù il Cristo. Alle 12:00 nel momento del mezzogiorno, ci fu un’eclissi totale di sole e il sole del mezzogiorno diventò il Sole di Mezzanotte. Contemporaneamente su tutta la Terra arrivarono sia il buio che la Luce... la più sfavillante di tutto il Firmamento Celeste.

Un bambino pianse e quel pianto echeggiò nell’aria: era nato Gesù, il re del Natale e da quel momento sarebbe diventato l’Eco dell’Amore, l’Eco della Luce.

Questo bambino ha segnato un momento senza eguali per lo Spirito e per l’Anima.


... divenni così uomo di Materia terrestre!
Come espressione dell’Energia Cristica Galattica discesi nelle vesti umane come Gesù, uomo della Terra, assumendo tutte le caratteristiche della vostra razza, energeticamente rappresentata dal numero 12 (il Nord, il Sole di Mezzanotte) e karmicamente legata al numero 6 (il Sud, il Sole di Mezzogiorno). La mia Essenza Cosmica è nota a tutti i popoli della Via Lattea da sempre, dove sono conosciuto con infiniti nomi, ma il primario è "Fiume di Stelle", nome che mi accompagnò durante la discesa sul suolo terrestre. Io, infinite Stelle, discesi energeticamente in due grotte, quella terrestre minerale, utero di Madre Terra e in quella umana, utero della Grande Madre Universale nelle vesti di donna della Terra, permettendomi di entrare nella vita di materia del vostro pianeta.

Ogni Essere umano è parte di questa Luce, di quel bambino che raccoglie in sé l’infinito del Firmamento ed è sceso sulla Terra proprio per ricordarlo all’Anima nella vita umana.

Ognuno può raccogliere quella Luce discesa sulla Terra per sperimentare la vita e l’Amore incondizionato, che è presente fin dalla Notte dei Tempi e che va prima percepito poi trattenuto per arricchire di luce e amore l’interiore, in un viaggio alla scoperta di se stessi, dove dimora il cuore.

Non è importante la sola storia che ci viene raccontata sulla nascita di Gesù, bensì percepire che si è parte di questo Disegno Divino appartenente alla grande nascita di un bambino dal nome Gesù. Egli nasce ogni anno in ognuno di noi attraverso il gesto d’Amore che proviene dall’Amore stesso e contiene la chiave evolutiva per il Cammino di Luce, il percorso spirituale umano attraverso il quale l’Amore Supremo si manifesterà ai nostri cuori... col tempo lo percepiremo sempre più per farlo entrare a fa parte anche del mondo esterno a noi: la Vita di Materia.


Ogni Essere umano proviene dall’infinito Cielo, dove esiste l’eterno Amore che si manifesta nell'iridescente Luce Divina per illuminare ogni passo che compite ogni giorno della vostra vita.


Riscoprire la Luce è un percorso intimo.


Attraverso un percorso intimo e individuale con se stessi si dà spazio al proprio Sé più profondo, in un contatto con la Luce Divina, per ritrovare il collegamento con la nostra parte più Spirituale. La Luce attraversa ogni cosa ed è dentro e fuori ad ognuno di noi: circonda, irradia, illumina, accarezza i nostri volti e le vite di tutti. Troppo spesso ci si dimentica di lei, cadendo preda del materialismo e di tutti quei sentimenti che non ci fanno assaporare quello che nel nostro interiore c’è e vibra fortemente.

La Luce è conoscenza, fermezza ed esperienza della vita. La Luce permette di essere in presenza nelle situazioni che giornalmente si vivono per essere affrontate nella consapevolezza che in ogni cellula umana esiste la forza e potenza dell’eterno presente del proprio esistere.


Come si riscopre la propria Luce?


L’altra faccia della medaglia dove si trova l’opposto della Luce è il Buio, l’oscurità. Non si può pensare di amare, di sentire, di crescere, di abbracciare la luce se prima non si è sperimentato l’amore quello del profondo cuore, che fa dire “io ho compreso la lezione dell’amore, perché ho compreso ed elaborato la presenza dell’oscurità”. L’oscurità non è negativa, non è male, è quella parte d’ombra dove si risiede quando non si è in armonia con noi stessi, con la nostra esistenza e con gli altri ma soprattutto con la propria parte Divina.


Crescere e camminare di pari passo con la lanterna accesa, con la sicurezza di avere dentro di sé e accanto a sé la presenza Divina è grande cosa, significa che la consapevolezza della Luce ha illuminato la mente facendoci sentire in linea con il nostro percorso umano e per essere faro illuminante del nostro percorso spirituale.

Quando la sofferenza bussa alla porta della vita, anch’essa fa parte della crescita e il più delle volte fa comprendere che si ha bisogno di un aiuto, di un pensiero d’amore, di una guida che ci indirizzi sulla via del Cuore Spirituale, di una Luce che sollevi e che illumini le tenebre calate all’improvviso sul nostro vivere.

Ma senza un pensiero d'amore e tanta forza volontà rivolta all’amore e alla luce che emanano le parole del Grande Maestro Gesù, non si vedrà facilmente la Sua presenza accanto a noi, perché solo la spinta del cuore dev'essere la volontà di crescita per incontrare la fede e la Luce, altrimenti continueremo a pensare e poi a credere di essere soli nella vita e nella sofferenza.

Quello di Esseri umani è un percorso che richiede tanto tempo e molta attenzione e non può essere fatto in una sola vita se prima non si sono gettate le basi per dare inizio ad una nuova e duratura comprensione di chi siamo noi e gli altri e quale sia la via da intraprendere per crescere dentro e fuori di noi.

Il tempo di Natale, è una pioggia di Luce proveniente dalle infinite Stelle, è un dono per l’Essere umano affinché rammenti la propria Luce, rendendola sovrana nel cuore per donare armonia al vivere la vita.


Noi siamo scintille in viaggio verso le Stelle, un viaggio nell’infinito e viviamo nell’Eco di quel ricordo, di quella sensazione, di quella espressione Divina da cui proveniamo.


In questo periodo di Festa si può scegliere di accendere la propria lanterna per depositarla accanto alla Più grande Luce Divina che sia mai discesa. Con quella fiammella sempre accesa non mancheranno mai la forza, il coraggio e il sorriso per affrontare la Vita.


…io Gesù, Eco Galattico del Non Tempo, volsi lo sguardo verso la Terra e in una corsa sfrenata attraverso le Stelle da voi mi diressi.
Per infinito Amore aprii le porte all’umanità futura.

Tratto dal libro “Luce del Firmamento



Auguriamo un Buon Natale e un Sereno 2022 a tutti e a tutta l’Umanità.
Sia questo un tempo di gioia del sentire e nella riscoperta di essere tutti indistintamente piccole e preziose fiammelle provenienti dalle Stelle dell’infinito oceano d’Amore.

Con Amore Lidia & Ermes


75 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page